sf_int

03 01 2018

L’alternanza scuola/lavoro in CRV è best practice e case history al workshop organizzato a Roma

Cassa di Risparmio di Volterra: l’alternanza scuola/lavoro in CRV è best practice e case history al workshop organizzato a Roma dall’Associazione Bancaria Italiana e dalla Fondazione per l’educazione finanziaria e al Risparmio.

Si è tenuto a Roma presso le Scuderie di Palazzo Altieri, il workshop “Alternanza scuola lavoro: il contributo delle banche alla crescita dei giovani“, il seminario organizzato dall’ABI, in raccordo con la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio.

L’evento ha costituito un’occasione di confronto e di condivisione sui progetti avviati e sulle prospettive future. Tra i testimonial che hanno portato i propri case history e le best practice è stato chiamato Eugenio Fortunio, Responsabile dell’Area Organizzazione e Gestione Risorse Umane, il quale ha illustrato quanto fatto nel corso degli anni e ha in programma di fare l’Istituto di Credito. La CRV, considerata all’avanguardia e modello da seguire, fin dai primi anni 2000 ha attivato il progetto formativo “sportello didattico” in cui gli studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale “F. Niccolini” di Volterra simulano attività di front office in ambiente di prova.

Il progetto oggi interessa gli studenti delle classi quinte (dal 2014 al 2016 sono stati 91) che arricchiscono la loro formazione con lezioni pomeridiane di tecnica bancaria a cura del Vice Direttore Generale Stefano Pitti e del team dell’Ufficio Private della Cassa. Parimenti sono stati coinvolti anche studenti di altre scuole del territorio quali i Licei di Volterra, gli ITC di Empoli, Pontedera e Portoferraio che hanno anche avuto la possibilità di effettuare percorsi di alternanza scuola lavoro in CRV. Il progetto ha coinvolto nell’ultimo quadriennio 47 ragazzi e ragazze.

Da oltre 10, inoltre, la Cassa sponsorizza il progetto “Conoscere la Borsa“, il concorso di simulazione borsistica più famoso d’Europa organizzato in Italia dall’ACRI e dall’Associazione Europea delle Casse di Risparmio, in cui gli studenti dell’ITC di Volterra si sono distinti raggiungendo la terza posizione assoluta tra oltre 1000 squadre partecipanti.

L’attività della Cassa ha avuto riscontro favorevole sia da parte dei partecipanti al workshop, che da parte del personale docente e degli studenti. Ne sono conferma alcune testimonianze dei ragazzi. Dice Giulia della V^B: “Noi studenti ringraziamo vivamente i professori del Niccolini e la CRV per averci concesso una così grande opportunità che non tutte le scuole riescono ad offrire. .

La Cassa prosegue la propria opera di banca del territorio anche in tema di educazione finanziaria coniugando l’innovazione nella tradizione. ” dichiara il Direttore Generale Stefano Picciolini.

La Cassa di Risparmio di Volterra, fondata nel 1494 come Monte Pio, si è sempre distinta per la sua stretta relazione con il territorio e per il costante impegno volto a favorire lo sviluppo dell’economia locale attraverso prodotti e servizi specifici per le piccole e medie imprese, per le attività artigianali, commerciali e agricole. Attualmente ha 500 dipendenti e dispone di 70 filiali con cui opera non solo nella provincia di Pisa, ma anche in quelle di Livorno, Firenze, Siena, Lucca e Grosseto. Per ulteriori informazioni consultare il sito all’indirizzo www.crvolterra.it.