sf_int

31 12 2015

AVVISO AI TITOLARI DI DEPOSITI AL PORTATORE

La presente comunicazione sostituisce integralmente quella pubblicata il 31/12/2015 relativa alla “Proposta di modifica unilaterale del contratto” per quanto riguarda i tassi creditori.

Di seguito la nuova proposta:

PROPOSTA DI MODIFICA UNILATERALE DEL CONTRATTO

In considerazione del ridimensionamento dei rendimenti medi applicati dal sistema bancario sui depositi liberi, mediamente inferiori di 0,074% rispetto a quanto praticato attualmente dalla Cassa, comunichiamo  che,  ai  sensi  e  per gli effetti dell’art. 118 del DLgs 385/1993 (Testo Unico Bancario) e delle relative disposizioni attuative, dal 10/4/2016 su depositi a risparmio saranno applicate le seguenti condizioni economiche.
Il provvedimento si rende indispensabile anche per mantenere la necessaria coerenza tra tassi riconosciuti sulla raccolta libera rispetto a quelli applicati sulla raccolta soggetta a vincolo temporale attualmente remunerata ad un tasso compreso tra 0,40% lordo a 6 mesi  e 1% lordo a 24 mesi.

TASSO CREDITORE:
Diminuzione di 0,10 punti dei tassi creditori nominali annui. I tassi che dopo tale modifica risulteranno superiori allo 0,30% saranno tutti ricondotti a tale soglia. Inoltre il tasso minimo aziendale di remunerazione delle giacenze passerà dallo 0,06% allo 0,01% lordo. Per i rapporti con tasso creditore agganciato ad un parametro ufficiale, la variazione determinerà, a partire dalla data indicata, il ripristino dell’applicazione del parametro contrattualmente previsto nei casi in cui questo determini un tasso creditore compreso tra lo 0,01% e lo 0,06%. Qualora la somma algebrica del parametro e dello spread contrattualmente previsti determini un valore finito inferiore allo 0,01%, le giacenze saranno remunerate al nuovo tasso creditore minimo aziendale pari allo 0,01%.

Ricordiamo che  la modifica in oggetto si intende approvata, se non si recede, senza spese, dal contratto entro la data sopra indicata prevista per l’applicazione della modifica stessa. In questo caso si ha diritto ad ottenere, in sede di liquidazione del rapporto, l’applicazione delle condizioni precedentemente praticate. Per ogni eventuale chiarimento, invitiamo a voler considerare il personale della Filiale, così come la sezione Contatti del sito internet  www.crvolterra.it, a completa disposizione.

Volterra, 28 gennaio 2016